49esima edizione 2019
 
 

La Nove Colli di Cesenatico. Ogni anno di nuovo nel mese di maggio viene disputata la regina delle Granfondo. Ormai questa manifestazione e nota in tutto il bel paese. 9 colli con panorami stupendi, 200km e passa 4000metri di dislivello positivo con più di 12.000 partecipanti. Non bisogna aggiungere altro. 

 

Percorso:

 

Fotoprotocollo:

 

Sabato 18/05/2019. Ritiro pacco gara nel tardo pomeriggio.

Una visita al museo Pantani e d`obbligo per un vero appassionato di ciclismo.

Ritiro pacco gara. In poche ore vengono distribuito +12000 pacchi gara senza che qualcuno va in crisi. Vorrei conoscere i modi di pianificare della testa organizzatrice che sta dietro tutto questo enorme evento. Infrastrutture, sicurezza, alimentazione, assistenza tecnica e medica....... Robba veramente impressionante. 

Per i piú pazzi esiste anche la rando notturna prima della gara della domenica che si disputa sabato sera sullo stesso percorso. È una mia sfida personale tentare anno per anno di partecipare ad entrambe le manifestazioni. In questo modo si percorre +400km in meno di 24 ore. Purtroppo piove già tutto il sabato. Le strade sono bagnate e anche il meteo per la notte non promette bene. A dire la veritá non ho voglia di prendermi la pioggia nel corso della notte. E cosi da gran signore decido di non partecipare alla notturna del 2019 e di trascorrere la notte al caldo in albergo. 

Non sono ancora sicuro se questa decisione di non partecipare alla notturna con la scusa del probabile maltempo sia un segno che ciclisticamente parlando sto diventando più maturo e saggio o se é una questione di diventare un randonniere un po viziato. :-) 

Decido che il prossimo anno parteciperò alla notturna indifferente dal meteo.

Lo stand della Nove Colli by night. Come non si puo amare questi modi di fare :-). Si capisce a prima vista che questo qui é un mondo diverso dalle Granfondo con altri più semplici modi di fare. Un mondo che mi piace. Più tardi mi raccontano che alla Nove Colli by night si erano iscritti in 170  e che poi erano partiti solo in 70 sotto la pioggia. Robba ammirevole da veri eroi.

La spiaggia sotto la pioggia pochi metri dall´albergo. Dormiamo in una costosa baracca d´albergo che non nomino per rispetto. 

Colazione prevista alle quattro e mezza della mattina. La gara parte alle ore 6. Verso le 5 ci si ritrova alla partenza. Con 12.000 partecipanti fa bene chi non raggiunge per ultimo la sua griglia di partenza. Quest anno come l´anno scorso partiamo dalle ultime griglie. Ormai mi sono abituato a questo disastro momentaneo. È un fatto che al momento non sono forte abbastanza per guadagnarmi un posto nelle prime griglie quando partecipo anche alla notturna la sera prima della gara. Ma un giorno io sarò forte abbastanza. È solo una questione di tempo. Ed io di tempo ne ho ancora tanto.

Quando chi si intitola "essere umano" deve aspettare per più di un ora, allora succede facilmente che egli si innervosisce e che gli scappa la pipi. Studi infondati testimoniano che ultimamente dal homo sapiens si é evoluto la razza protetta del Ciclista Pisciatore. Questo esemplare molto raro teme il gabinetto mobile e imita il comportamento del cane vulgarus, il quale marchia il suo territorio lungo i muri e cespugli delle strade. Viva la biodiversità.

Un ora dopo i primi finalmente partono anche le ultime griglie. Robba veramente impressionante. 

Si parte a tutta. Con 45-47 chilometri orari ed il coltello fra i denti si va alla caccia delle prime griglie.

E come spesso succede, i guerrieri delle ultime griglie decidono di spingere le loro bici su per le colinette e costringono anche colore che vogliono superare a pellegrinare per qualche metro con i scarpini nuovi di zecca. 

No comment

Il momento quando mi prometto: Io non perdero mai piú la mia griglia di partenza. Nelle prime grigle queste cose non succedono.

Il sistema delle griglie di partenza alla Granfondo Nove Colli di Cesenatico.

Una volta superato il primo colle, i velocipedi più lenti sono superati e si può continuare con un ritmo un po più veloce.

I chilometri passano e si annuncia il maltempo. Piove a tratti molto forte. Le temperature sono accettabili. (+-15°gradi)  Sono nel mio elemento. Con le temperature fresche e la pioggia in generale io mi trovo molto bene. La mia teoria é abbastanza semplice: Contro il freddo e la pioggia ti puoi proteggere. Contro il caldo c`è poco da fare. Quando é caldo, allora è caldo e puoi solo sperare che non rimani senza acqua nella borraccia. 

 

A tratti incontriamo nebbia densa. 

Il percorso è frecciato per bene e tutti i colli sono indicati con pendenza e lunghezza. Dispositivi Gps o roadbook qui non servono e sono solo un perditempo inutile.

Il colle Barbotto

Per me non fermarsi a questi ristori é praticamente impossibile. Semplicemente un grande spettacolo.

Su e giu per le colline

Un po di pavè

I chilometri passano. 

Che spettacolo

Gorolo

Presente anche i ciclisti maiali!!!!!

Dopo il Gorolo aspetta solo discesa e 30km di pianura. Quindi si onora la gara e si tira a tutta verso il traguardo. 

Eccola li davanti la battaglia per il 1401esimo posto. 

Raggiungo il traguardo poco dopo le tre del pomeriggio. Tempo 08ore17minuti. Non chiedetemi il posizionamento che non mi interessa perchè non riesco ad arrivare con i primi. Per babbo sta volta non é andata cosi bene. Ha avuto un guasto tecnico alla sua bicicletta e non poteva finire. Mi dispiace per lui. Almeno non si è fatto male ed é arrivato sano e salvo al traquardo. Sono cose che possono succedere. 

Il tendone del pasta parti.

Un bel regalino per +12000 partecipanti amanti della bicicletta

Conclusio: 

Mi sono divertito alla mia quinta Granfondo Nove Colli. L´evento mi é piaciuto . Ho incontrato gente simpatica. Ho una sfida personale aperta con la rando notturna. Magari il prossimo anno io cambio albergo. Alla fine di tutti i conti io ritorno di sicuro.

© 2018 Alle Rechte vorbehalten / Tutti i diritti riservati